Google e quel qualcosa in “Plus”

Oggi sono entrato su invito in Google Plus, l’alternativa Googoliana allo strapotere di Facebook.

Devo dire che ho subito apprezzato la gestione di questo social. La grafica è molto più morbida e “cicciottosa”, tutto è integrato con i vari servizi di Google e, per il momento, è libero dalla presenza di inutili sedicenti fan pages dedicate a questa o quella frase banale. Il fatto che sia su invito, insomma, per ora tiene alla larga i famigerati bimbiminkia, ormai ahimè veri padroni del web.

Ovviamente in questa fase mancano le applicazioni terze, le fan pages ed i gruppi, ma si apprezza già il sistema di chat e videochat integrato (si chiama videoritrovo) così come quello delle foto.

Ho già “le cerchie alla testa” (mi riferisco alle cerchie di amici, che equivalgono un po’ alle liste di FB).

Beh, spero di vedere molti di voi lì prestissimo. Non dico che programmo un addio a faccialibro, ma se dovessi scegliere tra Palo Alto e Mountain View…

 Ti è piaciuto questo post?

Mostra il tuo apprezzamento, condividi!

Rimani sempre aggiornato: